Switch to English Passare a Italiano

AGENZIA ITALIANA PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPOLibano e SiriaSede di Beirut

AGENZIA ITALIANA PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO  - Libano E Siria - Sede di Beirut | – ITALIAN AGENCY FOR DEVELOPMENT COOPERATION - Lebanon and Syria - Beirut Office Ambasciata d'Italia a Beirut European Union Presidency of the Council of Ministers - Lebanon

Miglioramento delle condizioni di detenzione nelle prigioni libanesi
Budget
700,000.00 euro
Date di esecuzione
2016
Ente Esecutore
Ufficio delle Nazioni Unite per la droga e il crimine - UNODC - di Beirut
Partners
Ministero della Giustizia e Ministero degli Interni libanesi
Status
in partenza

Miglioramento delle condizioni di detenzione nelle prigioni libanesi

L’iniziativa intende sostenere il Governo Libanese nel processo di riforma del sistema giudiziario, al fine di migliorare le condizioni di vita nelle prigioni statali. In particolare s’intende intervenire nella prigione centrale di Roumieh, dove i detenuti sono in sofferenza per la mancanza di servizi essenziali nonché per l’inadeguatezza delle strutture carcerarie. In tal senso, e con particolare attenzione alle fasce più vulnerabili (minori e detenuti con disordini mentali), s’intende:

a. Assicurare l’operatività della cucina centrale, già equipaggiata (e della quale beneficiano oltre 3500 detenuti), e di quelle limitrofe, fornendo materiale e kit igienici utili ad assicurare un ambiente di lavoro adeguato; effettuare delle sessioni informative sulla salute, la qualità e la gestione alimentare; sviluppare ed applicare insieme all’amministrazione della prigione un regolamento per l’uso giornaliero della cucina in termini di igiene e sicurezza.

b. Migliorare le condizioni di vita dei detenuti affetti da disordini mentali nella struttura chiamata "Casa Blu”, attraverso interventi di riabilitazione e rinnovo strutturali, aggiungendo delle aree speciali equipaggiate (una all’aperto per il riposo, una per le visite familiari ed una all’interno per diverse attività). Inoltre, vista la mancanza di sostegno medico e psichiatrico, saranno effettuate varie terapie psichiatriche e attività ricreative.

c. Assicurare pari opportunità per i minori vulnerabili, soprattutto rifugiati siriani. Mentre la maggior parte del sostegno materiale è fornito dalle famiglie, alcuni minori non ricevono visite nemmeno dai parenti presenti in Libano, oltre a non avere accesso ai mezzi di comunicazione. Saranno quindi assicurati i bisogni di base (vestiti, prodotti igienici, etc..) e consentite le comunicazioni con le famiglie, attraverso la facilitazione delle visite e della telefonate. Infine sarà fornito un adeguato supporto psico-sociale.


/portal/it-IT/notizie/67/c/unodc-e-cooperazione-italiana-migliorano-le-condizioni-di-vita-nella-progione-di-roumieh/371/


Galleria Fotografica