Switch to English Passare a Italiano

AGENZIA ITALIANA PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPOLibano e SiriaSede di Beirut

AGENZIA ITALIANA PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO  - Libano E Siria - Sede di Beirut | – ITALIAN AGENCY FOR DEVELOPMENT COOPERATION - Lebanon and Syria - Beirut Office Ambasciata d'Italia a Beirut European Union Presidency of the Council of Ministers - Lebanon

Patrimonio Culturale

Patrimonio Culturale

Il Libano è definito un Paese "ad alta densità di beni culturali”: vanta 5 siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO su una superficie di 10.452 km/q ed è caratterizzato da reperti, siti e monumenti rappresentativi dei vertici artistici raggiunti a partire dall’Età del Bronzo (Fenici), passando per i fasti della Roma imperiale fino alla dominazione araba. La guerra civile e il conflitto del 2006 hanno causato gravi danni al patrimonio libanese, accelerando il degrado di monumenti e siti archeologici. Nel dopoguerra sono pertanto state attivate numerose iniziative a favore della salvaguardia del patrimonio, tra cui il Cultural Heritage and Urban Development – CHUD, a cui l’Italia partecipa con Francia (AFD) e Banca Mondiale.

Il settore culturale, come pure quello turistico, risente della fragilità istituzionale del Libano. In un clima di grave instabilità, non è possibile procedere con una politica incisiva a favore del patrimonio culturale, sia dal punto di vista legislativo che manageriale. L’assenza di normative aggiornate in ambito di pianificazione urbanistica (abbozzate ma ancora di difficile attuazione) è causa di una incerta gestione degli spazi urbani, con dispersione delle risorse, distruzione e degrado di architetture storiche in favore di nuove costruzioni ad alto impatto ambientale.