Switch to English Passare a Italiano

AGENZIA ITALIANA PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPOLibano e SiriaSede di Beirut

AGENZIA ITALIANA PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO  - Libano E Siria - Sede di Beirut | – ITALIAN AGENCY FOR DEVELOPMENT COOPERATION - Lebanon and Syria - Beirut Office Ambasciata d'Italia a Beirut European Union Presidency of the Council of Ministers - Lebanon

Città amica dei ragazzi/e

Città amica dei ragazzi/e

L’11 ottobre 2018, il Ministero degli Affari sociali ha organizzato un incontro tra I diversi attori coinvolti nel programma MoSA-IC, in particolare la componente "Città amica dei ragazzi/e”, finanziato dalla Cooperazione Italiana. Rappresentanti dei consigli municipali dei ragazzi, focal point del progetto e sindaci comunità coinvolte hanno incontrato il Ministro degli Affari Sociali, Pierre Bou Assi e l’Ambasciatore d’Italia in Libano, Massimo Marotti. Erano, inoltre, presenti il Direttore Generale del Ministero, Abdallah Ahmad e la direttrice dell’AICS in Libano, Donatella Procesi.

L’obiettivo dell’incontro era di rinnovare l’impegno del ministero e delle municipalità a proseguire il percorso intrapreso per quanto riguarda la partecipazione dei ragazzi nei processi decisionali a livello locale e nella Governance e dargli l’opportunità di esprimersi intorno alle loro esigenze.

Il partenariato tra il ministero e le municipalità di Chiah, Ajaltoun e Jdeideh risale al 2012.Recentemente i sindaci hanno organizzato con i precedenti consigli municipali dei ragazzi un workshop per discutere le modalità per la costituzione dei consigli municipali dei ragazzi/e.

Le istanze portate avanti dai ragazzi riguardano vari aspetti: il diritto all’accesso all’educazione e di qualità nelle scuole pubbliche, il diritto a vivere in un ambiente sano, la tutela dei minori, il desiderio di facilitare gemellaggi con consigli municipali dei ragazzi in Italia, la volontà di estendere la loro esperienza ad altre municipalità, la richiesta della creazione di un’unità all’interno del ministero che possa assicurare la continuità e la sostenibilità dei consigli municipali dei ragazzi/e.

Il Ministro, Bou Assi ha parlato dell’importanza di questo programma per costruire la personalità dei ragazzi che saranno il futuro del Libano, sottolineato il dovere e la responsabilità di tutti per la costruzione di un paese che va verso la democrazia.  Ha anche riconosciuto che in Libano mancano strategie congiunte tra i diversi ministeri per il benessere del cittadini. Infine, ha ringraziato l’Italia, che, attraverso la cooperazione internazionale, finanzia e sostiene iniziative fondamentali per i giovani del Libano. 

A sua volta l’Ambasciatore Marotti ha ribadito il supporto dell’Italia al Libano e ha sottolineato che le politiche di cooperazione italiana sono sempre dirette alla persona e che si deve continuare a sostenere le esperienze positive. Infine, ha ricordato che per l’Italia iniziative che promuovono la partecipazione dei giovani, delle autorità locali e del governo centrale sono una priorità.


Galleria Fotografica