Switch to English Passare a Italiano

AGENZIA ITALIANA PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPOLibano e SiriaSede di Beirut

AGENZIA ITALIANA PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO  - Libano E Siria - Sede di Beirut | – ITALIAN AGENCY FOR DEVELOPMENT COOPERATION - Lebanon and Syria - Beirut Office Ambasciata d'Italia a Beirut European Union Presidency of the Council of Ministers - Lebanon

Realizzazione di due schemi di raccolta e depurazione delle acque reflue a Hrajel e Mish-Mish
Budget
13,993,283.00 €
Date di esecuzione
2010 - 2015
Ente Esecutore
Governo Libanese
Partners
DGCS, UTL/Ambasciata, CDR, Ministero Libanese dell'Energia e delle Risorse Idriche, Beirut and Mount Lebanon Water Establishment (BMLE), municipalità dell’area di intervento, società di consulenza Rafik El Khoury incaricata della progettazione di Hrajel e

Realizzazione di due schemi di raccolta e depurazione delle acque reflue a Hrajel e Mish-Mish

L’obiettivo generale del progetto consiste nel migliorare le condizioni igienico – sanitarie della popolazione delle aree urbane di Hrajel (Monte Libano) e di Mishmish (Nord Libano). Gli obiettivi specifici dell’intervento sono l’abbattimento dell’inquinamento ambientale e delle falde acquifere, insieme al potenziamento delle capacità gestionali delle aziende idriche e fognarie operanti nelle aree interessate.

La situazione relativa allo smaltimento delle acque reflue nelle aree interessate dal Progetto è molto critica, in quanto tutti gli agglomerati urbani sono serviti solo parzialmente dalla rete fognaria e nessuno da impianti di depurazione capaci di smaltire la totalità dei reflui prodotti.

Il progetto prevede la realizzazione dei sistemi fognari delle 2 aree abitative (Hrajel e Mishmish) tramite la costruzione dei collettori fognari, per circa 44 km di rete (30 km a Hrajel e i rimanenti 14 km a MishMish). A ciò va aggiunta la realizzazione dei 2 impianti di depurazione dei reflui e la loro gestione e manutenzione per 2 anni. Sarà inoltre costituita una sotto-unità della esistente PIU (Unità per la Gestione ed il Controllo del Progetto) del Programma di Cooperazione idrico-fognario della Regione di Jbeil.

I beneficiari diretti del progetto sono gli abitanti delle aree direttamente interessate dal Progetto, attualmente circa 84.000 persone, stimati in circa 109.000 all’anno 2025. I beneficiari indiretti sono gli abitanti della grande Beirut, attualmente stimati in più di 700.000 persone, la cui risorsa idrica di maggior importanza è a rischio a causa dell’inquinamento della falda acquifera che si estende sino all’area urbanizzata di Hrajel ed alla sorgente di Jeita.